Materiali

Biblioteca

Tra i materiali della biblioteca, grande rilievo hanno i periodici. Ben 655 sono le testate finora censite, comprese in un arco cronologico che va dagli inizi del Novecento fino ad oggi, con una maggior concentrazione tra gli anni ‘60 e ‘90.
Il nucleo delle riviste sperimentali dell’avanguardia verbovisuale è uno degli elementi identitari dell’Archivio Caruso, per l’importanza del ruolo che queste pubblicazioni hanno avuto nell’elaborazione e nella circolazione delle idee durante gli anni Sessanta e Settanta. Una parte significativa di esse rientra in quella produzione di editoria indipendente, spesso autofinanziata, disorganicamente distribuita attraverso canali alternativi e perciò oggi difficilmente reperibile, che ha caratterizzato la neoavanguardia internazionale.
Molte sono le riviste frutto dell’attività di gruppi di intellettuali che Caruso stesso creò o animò, come Linea Sud, Continuum, Continuazione A-Z, Emanazione, Ana Eccetera, EX, Anted.
La biblioteca d’autore è in corso di catalogazione ed è consultabile grazie al

Sistema documentario integrato dell’area fiorentina
OPAC del Servizio Bibliotecario Nazionale