in «La Repubblica», Roma, 10 aprile