in «Il Mattino», Napoli, 5 giugno